Archivi tag: targeting

Un inserzionista che vende caffè Java in grani aggiunge la parola chiave “Java” a un gruppo di annunci.

Un inserzionista che vende caffè Java in grani aggiunge la parola chiave “Java” a un gruppo di annunci. Dopo due settimane, l’inserzionista esegue un rapporto sul rendimento dei posizionamenti e nota che l’annuncio viene pubblicato su siti web correlati alla programmazione JavaScript. Che cosa deve fare l’inserzionista per evitare che i suoi annunci siano pubblicati su questi siti non pertinenti?

  • Rendere inequivocabile nel testo dell’annuncio che “Java” si riferisce al caffè, non a JavaScript. Non è la risposta esatta, anche se l’annuncio fosse molto chiaro potrebbe essere comunque pubblicato su siti web correlati alla programmazione JavaScript.
  • Escludere “Programmazione” come argomento. Questa è la risposta corretta! In questo modo l’inserzionista può impedire che gli annunci vengano pubblicati su pagine relative all’argomento “Programmazione”, dato che non sono pertinenti alla tua attività.
  • Aggiungere “Caffè in grani” come argomento. No, non esiste come argomento, al massimo potrebbe scegliere “caffè”
  • Aggiungere “Java in grani” come parola chiave a corrispondenza inversa. No, Java in grani è sicuramente una parola chiave pertinente che non andrebbe esclusa.
Targeting per argomento, esclusione argomento Programmazione
Targeting per argomento, selezione Caffè

Gli annunci hanno maggiore probabilità di essere contestualmente pertinenti ai siti nei quali compaiono quando utilizzano:

Gli annunci hanno maggiore probabilità di essere contestualmente pertinenti ai siti nei quali compaiono quando utilizzano:

  • Targeting per argomento. Questa è la risposta esatta! Utilizzando il targeting per argomento gli annunci verranno posizionati nelle pagine di siti web che trattano gli argomenti selezionati (ad esempio se l’annuncio parla di articoli sportivi verrà pubblicato su un sito web che parla di trekking)
  • Segmenti di pubblico di affinità. No, in questo modo si vanno a individuare utenti che hanno dimostrato passione per un determinato argomento, a prescindere dalla pagina che stanno navigando. Per fare un esempio: un utente appassionato di arrampicata potrebbe visualizzare un annuncio che parla di articoli sportivi mentre sta navigando su un sito di ricette di cucina.
  • Remarketing. No, con questa modalità di targeting si vanno a mostrare all’utente annunci relativi ad un sito che ha già visitato, indipendentemente dal contenuto della pagina web che sta visitando.
  • Segmenti di pubblico in-market. No, in questo caso di vanno a mostrare gli annunci a utenti che eseguono ricerche di prodotti e valutano seriamente la possibilità di acquistare un servizio o prodotto, indipendentemente dall’argomento del sito in cui si trovano. Ad esempio se un utente cerca “scarpe da trekking” gli verrà mostrato l’annuncio di articoli sportivi mentre consulta un sito che tratta di ricette di cucina.

Quale rapporto è utile quando si utilizzano le esclusioni di siti e categorie?

Quale rapporto è utile quando si utilizzano le esclusioni di siti e categorie?

  • Rapporto sul gruppo di annunci
  • Rapporto sulle parole chiave
  • Rapporto sui posizionamenti. Questa è la risposta giusta! Il rapporto sui posizionamenti permette di visualizzare su quali siti web/ app sono apparse le nostre inserzioni e quali clic hanno generato delle conversioni. Leggendo il rapporto è possibile individuare siti che non generano visite di qualità ed escluderli dalla campagna. Per maggiori informazioni sui posizionamenti gestiti leggi: https://support.google.com/google-ads/answer/2471182
  • Rapporto sulle campagne

Quale metodo di targeting consente a un inserzionista di raggiungere le persone che hanno già visitato il sito web, mostrando loro annunci pertinenti quando consultano altri posizionamenti della Rete Display?

Quale metodo di targeting consente a un inserzionista di raggiungere le persone che hanno già visitato il sito web, mostrando loro annunci pertinenti quando consultano altri posizionamenti della Rete Display?

  • Remarketing. Questa è la risposta esatta!
  • Per posizionamento. No, con questo metodo di targeting è possibile selezionare specifici siti web dove far apparire il proprio annuncio, a prescindere che l’utente abbia visitato o meno il sito web dell’inserzionista.
  • Per argomento. No, con questo metodo di targeting è possibile posizionare gli annunci nelle pagine dei siti web che trattano specifici argomenti (es. musica).
  • Per segmenti di pubblico di affinità. No, con questo metodo di targeting è possibile mostrare gli annunci ad utenti che hanno dimostrato una passione comprovata in un determinato argomento (a prescindere dall’argomento del sito web che stanno visitando)

Il targeting per argomento è una buona strategia se il tuo cliente desidera:

Il targeting per argomento è una buona strategia se il tuo cliente desidera:

  • raggiungere un pubblico specifico. Questa è la risposta esatta! Il targeting per argomento consente di posizionare gli annunci nelle pagine dei siti web che trattano specifici argomenti di interesse per un pubblico specifico (es. agricoltura, musica…). Specialmente se in combinazione con altre tipologie di targeting (es. posizionamento) permette di ottenere un’ottima precisione nella scelta del pubblico. Per maggiori informazioni sul targeting per argomento visita: https://support.google.com/google-ads/answer/2769377?hl=it
  • gestire attivamente il proprio budget poichè ha obiettivi rigorosi relativi al costo per acquisizione. No, il targeting per argomento è utile proprio per chi ha CPA flessibili. Se il cliente ha obiettivi CPA rigidi e vuole gestire attivamente il suo budget dovrebbe utilizzare altre opzioni come il “targeting contestuale per parole chiave” o il “targeting per posizionamento”.
  • incentivare le vendite sul suo sito web. No, il targeting per argomento consente di raggiungere velocemente nuovi utenti ed un’ampia copertura. Questo in parte può incentivare anche le vendite, ma l’effetto principale sarà quello di incentivare le visite sul sito web.
  • controllare dove i suoi annunci vengono visualizzati sulla Rete Display. No, in questo caso sarebbe meglio utilizzare un “targeting per posizionamento” che consente di selezionare i singoli siti dove far apparire gli annunci.

Qual è un vantaggio dell’utilizzare un annuncio lightbox?

Qual è un vantaggio dell’utilizzare un annuncio lightbox?

  • Puoi utilizzare qualsiasi metodo di targeting della Rete Display. Questa è la risposta esatta! Gli annunci lightbox sono un tipo di annuncio più “accattivante” rispetto ai tradizionali annunci illustrati: rispondono alle interazioni tramite clic, tocco o passaggio del mouse degli utenti e possono essere visualizzati a schermo intero, mostrare dei video o consentire agli utenti di esplorare una serie di immagini, che a loro volta possono portare al tuo sito web. Uno dei vantaggi di questo tipo di annuncio è proprio la possibilità di scegliere il target degli annunci tramite i classici metodi di targeting disponibili sulla Rete Display, come i segmenti di pubblico di affinità, permettendo di entrare in contatto solo con gli utenti giusti! https://support.google.com/google-ads/answer/6379520?hl=it
  • Non è previsto alcun costo per il coinvolgimento con l’annuncio. Questa risposta è errata, si paga proprio quando gli utenti interagiscono con l’annuncio lightbox, ad esempio quando espandono l’annuncio e lo lasciano aperto per almeno tre secondi.
  • Ti verranno addebitati solo i click-through. No, per lo stesso motivo del punto precendente.
  • Puoi pubblicarlo sia sulla rete di ricerca sia sulla Rete Display. No, possono essere pubblicati solo sulla rete display.